La dieta chetogenica non aumenta i livelli di colesterolo nel corpo!

Un malinteso comune è che le diete chetogeniche devono aumentare il colesterolo nel corpo e ostruire le arterie perché sono ad alto contenuto di grassi. Tuttavia, molti recenti risultati della ricerca rivelano come le diete povere di carboidrati possono ottimizzare il colesterolo e migliorare effettivamente la salute del cuore.

Cosa sono i lipidi e il colesterolo?

Dovremmo capire il ruolo che le molecole di grasso, colesterolo e carrier, chiamate lipoproteine, svolgono nel corpo.

I grassi, chiamati anche lipidi, sono un gruppo diversificato di molecole con una proprietà “non polare” che respinge l’acqua. Ciò significa che se versi un grasso come l’olio nell’acqua, non si mescoleranno. I grassi si trovano di solito nel sangue in una delle due forme del corpo umano.

Trigliceridi: un acido grasso che immagazzina energia per un uso successivo. Queste lunghe molecole possono essere scomposte in altri acidi grassi e glicerina per produrre carburante per il corpo. La glicerina può essere ulteriormente scomposta in forme di glucosio. Livelli elevati di trigliceridi nel sangue possono aumentare il rischio di diabete, malattie cardiovascolari e altre malattie potenzialmente letali.

Colesterolo: l’altra importante classe lipidica nel corpo è una sostanza cerosa chiamata colesterolo. Queste molecole hanno una varietà di funzioni nel tuo corpo, ad es. Ad esempio, costruendo ormoni, inclusi estrogeni e testosterone, mantenendo l’integrità della membrana cellulare e aiutando con l’assunzione di vitamina.

Il tuo corpo produce il colesterolo di cui hai bisogno dal fegato e da altre cellule del corpo. Il colesterolo si ottiene anche mangiando cibi di origine animale come pollame, latticini e carne rossa. Tipicamente, il 75% del colesterolo del corpo è prodotto endogeno (internamente), mentre il restante 25% è ottenuto da fonti esterne.

Le molecole, sebbene spesso indicate come “colesterolo VLDL”, “colesterolo LDL” e “colesterolo HDL”, non sono esse stesse colesterolo. Sei un trasportatore / trasportatore di colesterolo.

Che cos’è il colesterolo HDL?

Il colesterolo HDL viene spesso definito “colesterolo buono”. Oltre a trasportare il colesterolo nel corpo, HDL raccoglie il colesterolo che non viene utilizzato dalle cellule e lo porta nel fegato per riciclarlo o distruggerlo.

In questo modo, l’HDL impedisce l’accumulo di colesterolo e l’intasamento delle arterie. Pertanto, un elevato livello di colesterolo HDL è essenziale per mantenere una salute cardiovascolare ottimale.

La relazione di una dieta chetogenica con il colesterolo

Circa il 30% degli uomini e il 10% delle donne soffre di colesterolo basso HDL. Inoltre, la maggior parte non ha abbastanza colesterolo HDL sufficiente per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Poiché le malattie croniche come il diabete e le malattie cardiovascolari stanno aumentando di frequenza in tutto il mondo, gli scienziati hanno studiato metodi per aumentare il colesterolo HDL. Per molti anni, i medici hanno usato farmaci chiamati statine per aumentare l’HDL (e ridurre altre forme di colesterolo).

Recentemente, gli scienziati hanno esplorato l’uso di interventi dietetici come un modo economico per ottimizzare il colesterolo HDL e prevenire le malattie cardiovascolari.

Effetti a lungo termine sul colesterolo HDL con limitazione dei carboidrati in una dieta chetogenica

In uno studio del 2009, i ricercatori hanno reclutato 118 uomini e donne obesi e li hanno divisi in due gruppi per uno studio di intervento di un anno. Il primo gruppo ha consumato una dieta molto povera di carboidrati e altamente saturata con il 4%, 35% e 61% di energia da carboidrati, proteine ​​e grassi. Ciò corrisponde a circa 20 grammi di carboidrati con una dieta con 2000 kcal al giorno.

Il secondo gruppo consumava principalmente una dieta povera di grassi con il 46%, il 24% e il 30% di energia da carboidrati, proteine ​​e grassi al giorno. Entrambe le diete contenevano un numero uguale di calorie.

Circa il 59% dei partecipanti ha completato lo studio di 12 mesi: 33 nel gruppo a basso contenuto di carboidrati e 36 nel gruppo a basso contenuto di grassi. Entrambi i gruppi hanno perso una quantità simile di peso corporeo e grasso corporeo. I soggetti che hanno partecipato all’intervento a basso contenuto di grassi hanno registrato un aumento medio del colesterolo HDL di 0,07 mmol / l (da 1,36 mmo / le 1,43 mmol / l). Ciò corrisponde a un aumento del 4,9%.

Al contrario, i soggetti che hanno partecipato all’intervento ad alto contenuto di grassi hanno mostrato un aumento medio del colesterolo HDL da 0,30 mmol / l (da 1,45 mmol / le 1,75 mmol / l). Ciò corrisponde a un aumento del 20,6%, quasi quattro volte di più rispetto a una dieta povera di grassi.

Diete chetogeniche con carboidrati molto bassi (

Raccomandazione: se è necessario aumentare i livelli di HDL, una dieta chetogenica può essere un utile intervento dietetico.

Perché la dieta chetogenica ottimizza il colesterolo: l’effetto di acidi grassi specifici

Ora che conosciamo gli effetti della dieta chetogenica sul colesterolo, una scoperta che sembra contraddire tutto ciò che pensavamo di sapere sul colesterolo e sui grassi, scopriamo come una dieta così ricca di grassi ottimizzi effettivamente il colesterolo.

Le prove più convincenti si possono trovare in una meta-analisi del 2003. In questa meta-analisi, i ricercatori hanno raccolto dati da sessanta studi che hanno quantificato l’effetto che l’accumulo di diversi tipi di grassi nell’uomo ha avuto sul totale HDL. Aveva il rapporto colesterolo.

I due risultati che evidenziano maggiormente i ricercatori sono gli effetti che l’acido laurico (presente in alti livelli nell’olio di cocco) e l’acido stearico (presente in alti livelli di grassi animali) hanno sul rapporto complessivo colesterolo HDL. Entrambi gli acidi grassi hanno migliorato il rapporto totale colesterolo HDL. (Un modello simile si osserva per i livelli di zucchero nel sangue e trigliceridi, sebbene i carboidrati siano sostituiti da grassi.)

I ricercatori hanno scoperto che i grassi insaturi, in particolare i grassi polinsaturi, riducono (migliorano) il rapporto. Tuttavia, l’acido laurico ha un effetto più benefico sul rapporto colesterolo HDL complessivo rispetto a qualsiasi altro grasso saturo o insaturo.

Sulla base di questi risultati, possiamo concludere che la dieta povera di carboidrati e ricca di grassi ottimizza il colesterolo per due motivi principali:

Sostituire i carboidrati con i grassi comunemente usati nella dieta chetogenica migliora il rapporto complessivo colesterolo HDL.

Mangiare più grassi insaturi e acido laurico aiuta a migliorare ulteriormente i livelli di colesterolo.

In altre parole, se riduci i carboidrati e ottieni la maggior parte delle calorie da grassi animali, olio di cocco e grassi insaturi come pesce, noci, avocado e olio d’oliva, è molto probabile che migliorerai i livelli di colesterolo. Uno dei modi migliori per incorporare tutto questo in una dieta è la dieta chetogenica.

Raccomandazione: se si desidera ottimizzare il livello di colesterolo e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, una dieta chetogenica composta principalmente da olio di cocco, olio d’oliva, avocado, noci, pesce e grassi animali è la cosa migliore per te!