Qual è la quantità massima di proteine ​​che puoi mangiare con una dieta chetogenica? Ti chiedi quanti grammi di proteine ​​nella dieta chetogenicasono consentiti?

Ti diremo la verità dietro il mito delle proteine ​​in una dieta chetogenica e spiegheremo perché non dovresti aver paura di troppe proteine ​​in una dieta chetogenica.

E se tutto ciò che pensavi di sapere sulle proteine ​​in una dieta chetogenica fosse effettivamente sbagliato?

E se il segreto della perdita di peso in una dieta chetogenicanon fosse davvero grasso, ma proteine?

È facile capire perché i grassi sani sono i protagonisti di una dieta chetogenica, ma molti esperti di cheto consigliano troppe poche proteine ​​per supportare la massa muscolare magra e il recupero.

E il tuo corpo utilizza le proteine ​​per molto di più della semplice costruzione muscolare.

Continua a leggere per scoprire come puoi perdere più peso, migliorare la composizione corporea e bilanciare i livelli di zucchero nel sangue, il tutto aumentando l’assunzione di proteine ​​con Keto.

Ci sono oltre 10.000 diverse proteine ​​nel tuo corpo: dalle ossa, muscoli e tessuti connettivi a capelli, pelle, unghie e rivestimento del tratto gastrointestinale e dei vasi sanguigni.

Quando il tuo corpo digerisce le proteine, queste vengono scomposte in molecole chiamate amminoacidi, alcuni dei quali sono amminoacidi essenziali di cui il tuo corpo ha bisogno ma non può prodursi.

Gli aminoacidi sono spesso chiamati “i mattoni della vita” perché sono coinvolti in molti processi:

  • Costruzione muscolare
  • Mantenere la struttura di muscoli, tessuti e organi
  • Produzione di enzimi
  • Produzione di ormoni
  • Formazione di neurotrasmettitori
  • Metabolismo del cibo e trasporto dei nutrienti
  • Produzione di anticorpi per rafforzare il sistema immunitario
  • Trasporto di ossigeno nel sangue tramite l’emoglobina

Il tuo corpo non può immagazzinare proteine ​​nello stesso modo in cui immagazzina carboidrati e grassi, quindi devi assicurarti di consumare la giusta quantità di proteine ​​ogni giorno (ne parleremo più avanti).

Ma le proteine ​​hanno alcuni vantaggi e compiti in più:

  • Le proteine ​​ti aiutano a sentirti pieno. Le proteine ​​sono molto nutrienti, sazianti e richiedono un po ‘di tempo per essere digerite. Ciò è particolarmente utile se stai cercando di perdere peso senza essere costantemente affamato.
  • Le proteine ​​costruiscono muscoli extra che brucia più calorie anche se non ti alleni. Sarà più facile per te raggiungere un deficit calorico e perdere grasso ostinato se hai più massa muscolare.

Probabilmente non peserai di meno quando inizierai a costruire muscoli e perdere grasso poiché la tua composizione corporea cambia in meglio.

Tuttavia, se mangi abbastanza proteine, sembrerai più definito più ti alleni.

  • Le proteine ​​sono essenziali per il recupero post allenamento perché ogni volta che alleni i muscoli, le fibre muscolari si rompono e hanno bisogno di proteine ​​per ripararle e rendere i tuoi muscoli più grandi e più forti.

Quindi, se conosci l’importanza delle proteine, perché sarebbe una brutta cosa mangiarne troppe con una dieta chetogenica?

Il mito delle chetoproteine: la gluconeogenesi

Sì … la gluconeogenesi è un meccanismo metabolico mediante il quale il fegato e i reni producono glucosio da fonti non di carboidrati come le proteine.

No … non devi preoccuparti che le proteine ​​ti buttino fuori dalla chetosi.

Il tuo corpo deve mantenere un certo livello di zucchero nel sangue in ogni momento, sia che tu sia in chetosi o meno.

Tuttavia, il tuo corpo è perfettamente in grado di produrre la piccola quantità di glucosio di cui ha bisogno per funzionare senza che tu debba iniettare 5 glucosio per dargli quello zucchero.

Se rimuovi carboidrati e zuccheri dalla tua dieta tramite una dieta chetogenica o un digiuno intermittente, il tuo corpo va nel panico e cerca il glucosio ovunque. La prima cosa che farà è svuotare le tue riserve di glicogeno-glucosio, perché sono la fonte di backup più semplice.

Solo allora il tuo corpo (specialmente il tuo fegato) può rivolgersi ad altre fonti di energia non glucosio per produrre il glucosio desiderato (poiché non sono forniti dal cibo).

Questo processo è chiamato gluconeogenesi e non è così pericoloso per la tua chetosi come sostengono molte persone.

Cos’è la gluconeogenesi?

Gluconeogenesi significa letteralmente “produrre nuovo glucosio”.

Perché esiste anche la gluconeogenesi (GNG)?

Il tuo corpo ha effettivamente bisogno di un po ‘di glucosio per funzionare. Anche se limiti deliberatamente i carboidrati in una dieta chetogenica, il primo istinto del tuo corpo è quello di proteggerti da una carenza di glucosio.

Pensa alla gluconeogenesi come fonte di riserva di glucosio nel tuo corpo. Si verifica quando il tuo corpo produce glucosio dalle proteine ​​perché non riceve abbastanza carboidrati dal cibo.

La preoccupazione generale tra i mangiatori di cheto è spesso che se mangiano troppe proteine ​​a cheto, corrono il rischio che questa proteina si trasformi in zucchero e aumenti i livelli di zucchero nel sangue.

In teoria, questo potrebbe quindi aumentare il livello di zucchero nel sangue al punto in cui si viene espulsi dalla chetosi.

ma è proprio vero?

Il consumo eccessivo di proteine ​​influisce davvero sulla capacità di entrare in chetosi? Quante proteine ​​sono troppe? Andremo ora in fondo a questa stessa domanda.

Cosa dice la scienza sulla gluconeogenesi …

Gli studi dimostrano che la digestione delle proteine ​​stimola la produzione di glucagone, un ormone che aiuta a scomporre il glicogeno nel fegato in glucosio.

Ciò significa che le proteine ​​potrebbero aumentare le possibilità che si verifichi GNG se si segue una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati.

Tuttavia, il tuo corpo invia anche insulina per gestire tutto il glucosio. Quindi rilascia effettivamente glucosio dal sangue e per la persona media fa poca differenza.

E ci sono anche alcune prove che la gluconeogenesi rilascia glucosio così lentamente che sarebbe difficile raggiungere livelli elevati di zucchero nel sangue dopo un solo pasto ad alto contenuto proteico.

Così le proteine ​​non dovrebbero influenzare i livelli di zucchero nel sangue a meno che non sia un diabetico o abbia resistenza o sensibilità all’insulina.

Per testare la teoria secondo cui metà delle proteine ​​alimentari si trasformano in glucosio, gli scienziati in uno studio hanno dato ai partecipanti 160 g di proteine ​​(che è una discreta quantità) e si aspettavano che fossero prodotti 80 g di glucosio in cambio.

Hanno misurato i livelli di zucchero nel sangue dopo che i partecipanti avevano mangiato carne magra, uova e persino proteine ​​della caseina, ma l’effetto sui livelli di zucchero nel sangue era sempre lo stesso: zero.

In questo studio, i ricercatori volevano sapere come l’assunzione di proteine ​​contribuisce alla produzione di glucosio del corpo.

Così hanno lasciato digiunare i partecipanti durante la notte e il giorno successivo i volontari hanno mangiato un pasto ricco di proteine ​​senza carboidrati. Gli scienziati hanno aggiunto una sostanza di tracciamento alla fonte proteica, in questo caso le uova, in modo che potessero osservarla durante il processo digestivo.

Anche dopo una notte senza cibo e un pasto ricco di proteine ​​e senza carboidrati la mattina seguente – che è una situazione ideale per GNG – il livello di zucchero nel sangue è rimasto relativamente stabile.

Questo studio mostra che le proteine ​​alimentari hanno contribuito molto poco alla produzione totale di glucosio, anche se hanno creato le condizioni ideali per la gluconeogenesi.

Inoltre, gli scienziati hanno scoperto quanto segue entro otto ore dall’assunzione di proteine:

  • Il fegato dei partecipanti ha prodotto circa 50 g di glucosio (presumibilmente digerendo questa proteina)
  • Solo 4 g della formazione di glucosio provenivano dalla proteina (questo corrisponde all’8%)
  • La proteina non era sufficiente per aumentare i livelli di zucchero nel sangue

Questo studio consisteva in due parti: un digiuno notturno e un pasto ad alto contenuto proteico.

In che modo il digiuno da solo contribuisce alla gluconeogenesi?

Gli studi sul digiuno mostrano che metà del glucosio rilasciato nel flusso sanguigno è il risultato di GNG.

Tuttavia, cinque partecipanti che hanno seguito una dieta chetogenica per 11 giorni hanno notato solo un piccolo aumento della produzione di glucosio da parte di GNG dopo il digiuno notturno. Questo aumento del 14% equivale a a aumento della glicemia inferiore a 1 grammo di glucosio all’ora.

Allora, cosa ci insegna tutto questo?

Allo stesso modo in cui non puoi affermare di essere in chetosi solo perché mangi molti grassi; non sei espulso dalla chetosi dalla gluconeogenesi solo perché consumi molte proteine ​​in cheto.

La gluconeogenesi è a processo lento e costante a velocità costante.

Un aumento della glicemia dopo aver mangiato un pasto ad alto contenuto proteico non significa automaticamente GNG, perché di solito il tuo corpo impiega più tempo a rilasciare glucosio dalle proteine.

Qualsiasi aumento del livello di zucchero nel sangue è molto probabilmente dovuto agli ormoni che rilasciano il fegato per digerire questa proteina.

Uno dei fatti più importanti da tenere a mente è questo GNG non accade solo perché può; GNG si verifica solo quando è necessario.

Gli studi dimostrano che più proteine ​​nella dieta non aumenta la velocità con cui si verifica GNG.

Se la gluconeogenesi fosse un processo guidato dall’offerta, un eccesso di proteine ​​innescherebbe ogni volta l’inizio della gluconeogenesi.

Ma solo perché il tuo corpo ha troppi aminoacidi non significa che siano effettivamente convertiti in glucosio.

Se il tuo corpo non ha bisogno di quel glucosio, il tuo corpo non lo cercherà né lo ricaverà da qualcos’altro.

A proposito, la gluconeogenesi può avvenire anche con i grassi, non solo con le proteine.

Gli studi dimostrano che oltre il 90% di tutti i casi di GNG sono causati da quanto segue:

In realtà, il processo di GNG è estremamente raro quando si parla di corpi sani in condizioni normali.

Quindi non devi preoccuparti di troppe proteine ​​in una dieta chetogenica.

Tuttavia, c’è una finestra di tempo molto piccola in cui la gluconeogenesi può effettivamente essere un problema con cheto.

Quando si verifica la gluconeogenesi?

Una dieta chetogenica allena il corpo a utilizzare il grasso come fonte di energia invece del glucosio.

Ma possono essere necessarie fino a tre settimane prima che il tuo corpo raggiunga la chetosi completa.

Durante questa transizione (prima che tu sia correttamente in chetosi), il tuo corpo tende a convertire gli aminoacidi in glucosio.

Di solito il tuo corpo impiega tra le 18 e le 72 ore per esaurire tutte le sue riserve di glicogeno. Se non ce ne sono più, gli amminoacidi sono la fonte di carburante ideale per il tuo corpo.

A questo punto, il tuo corpo è ancora abituato ad abbattere il glucosio e non è molto efficiente nel bruciare corpi chetonici. Per questo motivo, il tuo corpo si concentrerà un po ‘di più sulle proteine ​​e sui grassi per il glucosio nella prima fase del cheto rispetto a quando sei completamente adattato ai grassi.

Quindi le prime tre settimane della tua dieta chetogenica sono le più vulnerabili alla gluconeogenesi.

Nel tempo, il tuo corpo scoprirà che le proteine ​​e gli amminoacidi sono una scarsa fonte di carburante a lungo termine per GNG e che i chetoni sono una fonte di energia molto più efficiente.

Ancora una volta, solo perché le proteine ​​possono essere convertite in glucosio non significa che lo farà. Se il tuo corpo ha bisogno di glucosio, ne produrrà la piccola quantità di cui ha bisogno.

Non appena il bisogno di glucosio diminuisce e il tuo corpo si rende conto di quanto sia fantastico con i grassi, diminuisce anche la gluconeogenesi.

Consumare abbastanza proteine ​​in cheto è quindi la chiave per raggiungere il pieno stato di chetosi, anche il tuo corpo lo riconoscerà.

Se tu non mangiare abbastanza proteine, il tuo corpo potrebbe inizia a convertire le proteine ​​della tua massa muscolare in glucosio.

Per evitare questa perdita muscolare, dovresti quindi consumare proteine ​​sufficienti anche con una dieta chetogenica e non aver paura della gluconeogenesi.

Quindi, come ora sai, potresti sperimentare un po ‘di gluconeogenesi se stai appena iniziando una dieta cheto.

Ma accadrà su una scala molto più piccola (e più appropriata) una volta che avrai aggiustato il grasso.

È molto più probabile che non mangerai abbastanza proteine ​​durante una dieta cheto. E questo errore comune potrebbe sabotare i tuoi obiettivi di perdita di peso e di energia.

Il fatto è che potresti non accorgerti nemmeno di non mangiare abbastanza proteine. Questo perché quando passi a Keto, mangi più grassi soddisfacenti e la tua fame diminuirà automaticamente un po ‘con Keto.

Ecco perché è importante calcolare il tuo apporto proteico ideale e assicurarti di averne abbastanza ogni giorno per supportare i tuoi obiettivi e il livello di attività.

Segni che non mangi abbastanza proteine

Ecco i segni che non stai mangiando abbastanza proteine ​​durante la dieta cheto:

  • Ti senti debole e stanco tutto il tempo.
  • Soffri di nebbia cerebrale, anche se aggiungi olio MCT al tuo caffè cheto.
  • Noti capelli diradati, pelle desquamata e unghie deboli e fragili.
  • Hai una fame costante e un forte desiderio di dolci a causa della mancanza di proteine ​​soddisfacenti nella tua dieta.
  • Aumento di peso o incapacità di perdere peso perché hai più grasso corporeo rispetto alla massa muscolare che brucia i grassi.
  • Sei spesso malato perché hai meno anticorpi che producono proteine ​​che rafforzano il tuo sistema immunitario.
  • Gambe, caviglie e piedi gonfi causati dall’accumulo di liquidi nei tessuti, che dovrebbero essere trasportati dalle proteine ​​attraverso i vasi sanguigni.
  • Perdita di massa muscolare, che rallenta anche il metabolismo in modo da bruciare meno calorie a riposo.

Quindi, capiamo subito: se segui una dieta chetogenica e dimagrisci con successo, hai migliori prestazioni cognitive e più energia fisica con cheto, allora il tuo attuale apporto proteico potrebbe essere giusto.

Ma se noti uno dei sintomi di cui sopra o senti che la tua dieta chetogenica non funziona correttamente, puoi iniziare a sperimentare l’assunzione di proteine.

Se hai seguito macro che iniziano con il grasso invece che con le proteine, o fai affidamento su percentuali generali invece che sui bisogni specifici del tuo corpo, questa è la prima modifica che dovresti apportare oggi.

Hai bisogno di aiuto per iniziare? Dai un’occhiata alla sfida Keto di 28 giorni.

Segni che stai mangiando troppe proteine

Gli studi hanno chiaramente dimostrato che non ci sono benefici nel mangiare troppe proteine ​​contemporaneamente, quando il corpo non ne ha affatto bisogno – infatti, può anche causare effetti collaterali negativi, come:

  • Indigestione, costipazione o diarrea
  • Danno ai reni
  • Disidratazione
  • Guadagno di grasso
  • Possibilmente livelli di chetoni più bassi; poiché le proteine ​​in eccesso vengono utilizzate principalmente per produrre energia, il tuo corpo potrebbe non produrre tanti chetoni perché deve prima consumare questa proteina.

Molti calcolatori keto macro si basano sulla solita ripartizione percentuale:

  • 70-80% delle calorie dai grassi
  • 20-25% da proteine
  • 5-10% da carboidrati

Queste percentuali sono state calcolate per una dieta chetogenicaterapeutica sviluppata per pazienti epilettici. Può funzionare per alcune persone, ma la maggior parte degli adulti sani ha bisogno di più proteine.

Se vuoi perdere peso e costruire o mantenere i muscoli con una dieta cheto, devi prima dare la priorità ai tuoi livelli di proteine.

Inizia con quanti grammi di proteine ​​il tuo corpo ha bisogno solo per svolgere le sue funzioni quotidiane.

Dopo aver determinato il tuo apporto proteico ideale, è il momento di determinare i tuoi carboidrati. L’intervallo tipico in una dieta chetogenica è di 25-50 g di carboidrati netti al giorno, a seconda delle esigenze individuali.

L’ultimo pezzo del puzzle dovrebbe essere grasso.

Devi scoprire quanti grassi dovresti mangiare nella tua dieta chetogenica per raggiungere i tuoi obiettivi (ad esempio, perdita di peso vs mantenimento del peso).

Dal momento che è necessario ridurre molto i carboidrati, molte persone pensano che mangiare più grassi alimentari sia la risposta.

Ma se non perdi peso abbastanza velocemente con Keto, potresti mangiare troppi grassi.

Se consumi troppi grassi alimentari, il tuo corpo si concentrerà sulla combustione di quel grasso alimentare, non sul bruciare le tue riserve di grasso, cioè il grasso corporeo.

Quindi, se il tuo obiettivo è la perdita di peso e hai una quantità significativa di grasso corporeo, non è necessario aggiungere grandi quantità di grassi alimentari ai tuoi pasti. Ciò significa che dovresti mangiare abbastanza proteine ​​in primo luogo prima di affogare il tuo piatto nell’olio d’oliva.

Le proteine ​​sono l’arma segreta in qualsiasi dieta perché ti aiutano a mangiare meno calorie e costruire più grassi e muscoli che bruciano calorie.

Nella prossima sezione, ti mostrerò come scoprire facilmente il tuo apporto proteico giornaliero ottimale.

(NOTA: hai bisogno di aiuto per determinare quali macro sono giuste per te? Dai un’occhiata alla Keto Challenge di 28 giorni! La sfida include un Keto Virtual Assistant per aiutarti a capire le tue macro ideali!)

L’assunzione di proteine ​​non è valida per tutti e varia leggermente da persona a persona.

Il tuo fabbisogno proteico dipende da diversi fattori:

  • Età
  • Genere
  • Taglia
  • Peso
  • Livello di attività
  • Composizione corporea (cioè massa corporea magra o peso totale meno grasso corporeo)

Per determinare la quantità ottimale di proteine ​​in una dieta chetogenica, segui semplicemente i passaggi successivi.

Calcolo

Per utilizzare questo metodo, devi prima determinare la percentuale di grasso corporeo.

Puoi stimare la percentuale di grasso corporeo dalle immagini o, meglio ancora, calcolarla qui.

Dopo aver determinato la percentuale di grasso corporeo, tutto ciò che devi fare è scoprire la tua massa corporea magra (LBM).

Prendi il tuo peso totale (in kg) meno il grasso corporeo per ottenere la tua massa corporea magra.

Ad esempio, se pesi 90 kg e hai il 30% di grasso corporeo, il tuo LBM è di circa 63 kg.

Il calcolo è simile a questo:

Prima di tutto, 90 kg x 0,3 = 27 kg di grasso corporeo.

Quindi: 90 kg – 27 kg = 63 kg di massa corporea magra

Ora, per completare il resto dell’equazione, usa un fattore di moltiplicazione basato sul tuo stile di vita:

  • 1.3 per i livelli di attività sedentaria (l’assunzione minima di proteine ​​in generale)
  • 1.5 per livelli di attività leggera
  • 1,7 per livelli di attività moderati
  • 2.0 per uno stile di vita molto attivo
  • 2.3 per persone estremamente attive (l’assunzione media massima di proteine)

Se non sei sicuro di quale fattore utilizzare, puoi sempre sperimentare con il tuo gamma ideale di assunzione di proteine.

Usando il nostro esempio, prendi la tua massa corporea magra (63 kg) e moltiplicala per 1,3 per ottenere il tuo apporto proteico minimo (63 x 1,3 = 81,9 g).

Fai lo stesso per l’assunzione massima di proteine ​​(63 x 2,3 = 144,9 g).

La quantità ottimale di proteine ​​in questo caso è compresa tra 82-145 g di proteine ​​al giorno.

Dividi semplicemente questa quantità tra i pasti cheto e gli snack durante il giorno per assicurarti di ottenere una fornitura uniforme invece di un carico proteico eccessivo tutto in una volta.

Ricorda di attenersi all’estremità superiore dell’intervallo di assunzione di proteine ​​durante i giorni più impegnativi e all’estremità inferiore per quelli meno attivi.

Non hai bisogno di carboidrati per costruire muscoli, ma probabilmente hai bisogno di più proteine ​​per la costruzione muscolare di quelle che fornisce una normale dieta chetogenica.

In questo caso, potresti provare una dieta chetogenica ad alto contenuto proteico su cui alcuni atleti di forza giurano.

Una dieta chetogenicaad alto contenuto proteico è più simile a questa:

  • 60% delle calorie dai grassi
  • 35% da proteine
  • 5% di carboidrati

Poiché ci interessa utilizzare numeri accurati per determinare l’assunzione di proteine, i bodybuilder possono aumentare il loro fattore di moltiplicazione a circa 2,7 e 4,5 quando sono in chetosi.

Tornando al nostro esempio: quindi la nostra persona di 90 kg con 63 kg di massa corporea magra potrebbe mangiare tra 170 e 283 g di proteine ​​ogni giorno se si allenano molto duramente e vogliono costruire più massa muscolare.

Anche se non devi aver paura della gluconeogenesi con cheto, non dovresti davvero mangiare più proteine ​​di quelle di cui il tuo corpo ha effettivamente bisogno.

Scoprirai che il tuo livello di chetoni nel sangue diminuisce se mangi molte proteine, ma questo non significa che non sei in chetosi o che non stai perdendo peso.

Non mangiare troppo poche proteine ​​solo per mantenere il livello di chetoni nel range “ottimale”.

I chetoni non scompongono il grasso; indicano solo che il tuo corpo sta attivamente abbattendo i tuoi acidi grassi e che potresti essere sulla strada della chetosi (o già in chetosi).

Puoi avere alti livelli di chetoni e comunque non perdere un pollice di circonferenza della vita o guadagnare un grammo di massa muscolare magra.

Il modo migliore per vedere come il tuo corpo reagisce alle proteine ​​è agire come uno scienziato e osservare te stesso.

Osserva, segui e impara

Per prima cosa, calcola la tua quantità ideale di proteine, come descritto sopra.

Quindi segui l’assunzione di cibo e misura i livelli di chetoni ogni giorno dopo aver mangiato porzioni di dimensioni diverse. Inoltre, tieni d’occhio i tuoi livelli di energia e prestazioni in palestra.

La gluconeogenesi potrebbe essere un problema se si consumano troppi frullati proteici, si mangiano bistecche a ogni pasto e non si è fisicamente attivi o non si va in palestra.

Ma per il cheto dietetico medio che supera la sua macro proteica solo di 5-15 g, la gluconeogenesi dopo la fase di adattamento non è motivo di preoccupazione.

Poiché le proteine ​​sono così importanti per la salute del tuo corpo e per i tuoi obiettivi di perdita di peso, ecco alcune delle migliori fonti di proteine ​​in una dieta cheto.

Una tipica porzione di proteine ​​è compresa tra 110-170 grammi per le donne e 230 grammi per gli uomini.

È essenziale scegliere fonti di proteine ​​cheto di alta qualità che si trovano negli alimenti naturali e nei cibi integrali, come:

  • Parti grasse di carne biologica, inclusi manzo, maiale, agnello, selvaggina e pollame.
  • Pesce grasso, pescato in natura e sostenibile come tonno, salmone, halibut, merluzzo, trota, sgombro, pesce gatto, sardine, acciughe, gamberetti e aragoste
  • Uova, latticini ad alto contenuto di grassi e basso contenuto di carboidrati, noci e semi
  • Carne di organi come cuore, fegato, lingua e reni
  • Integratori come proteine ​​del collagene, isolato di proteine ​​del siero di latte e altri additivi proteici chetogenici

Fai attenzione a determinati prodotti a base di carne, barrette proteiche ad alto contenuto di zucchero e polveri proteiche discutibili. Molti di loro contengono ingredienti artificiali, zuccheri aggiunti e altri carboidrati nascosti.

Ora hai imparato perché dovresti concentrarti sulle proteine ​​e non solo sui grassi in una dieta chetogenica.

Tutti coloro che seguono una dieta chetogenica conoscono i benefici per la salute dei grassi buoni.

Ma è ora di riconoscere le proteine ​​come il macro nutriente altrettanto importante che è. Se segui una dieta chetogenica per bruciare più grassi e costruire muscoli, potresti prendere in considerazione la quantità di proteine ​​che mangi al giorno.

Il mito cheto secondo cui troppe proteine ​​in una dieta chetogenica portano alla gluconeogenesi semplicemente non è vero ed è già stato smentito dagli studi.

Non ci sono prove che le proteine ​​vengano immediatamente convertite in glucosio quando si mangia cheto. Invece, c’è una vasta letteratura su quanto siano utili le proteine ​​per frenare l’appetito e promuovere la perdita di peso.

Quindi determina il tuo apporto proteico ideale per la tua dieta chetogenica.

Quindi aggiungi alcuni pasti cheto ad alto contenuto proteico al tuo piano nutrizionale cheto per assicurarti di raggiungere il tuo apporto proteico giornaliero.

L’esercizio fisico regolare può anche aiutarti a entrare in chetosi più velocemente e portarti un grande passo avanti verso i benefici per la salute del cheto.