Nei paesi del mondo occidentale, circa il cinque percento della popolazione è affetto da una malattia autoimmune, ma la medicina convenzionale di solito ha poco da offrire. Sembra che le malattie autoimmuni compaiano ovunque in questi giorni. Poiché l’incidenza di malattie come la tiroidite di Hashimoto, l’AR (artrite reumatoide), il lupus, la malattia di Crohn e la SM (sclerosi multipla) continuano ad aumentare, così aumenta la necessità di trattamenti efficaci.

La dieta e la salute intestinale offrono enormi opportunità per alleviare l’infiammazione e gestire le malattie autoimmuni. E la ricerca mostra che entrambi vanno di pari passo ed è promettente quando si tratta di autoimmunità e di diete ricche di nutrienti, quando la dieta è piena di olio di cocco, brodo, verdure e carne di pascolo.

Ma esiste una dieta che funziona meglio per le malattie autoimmuni?

Protocolli popolari come la dieta autoimmune del paleo (AIP) che limita le verdure a forma di belladonna e gli additivi alimentari sembrano guadagnare importanza, ma la dieta chetogenica fornisce sollievo?

L’approccio della medicina convenzionale al trattamento è di prescrivere farmaci, ma questo approccio spesso non affronta le cause sottostanti. Una parte cruciale di un trattamento efficace che mira alle cause sottostanti è una corretta alimentazione.

Cambiare dieta può essere una grande impresa. Ci sono così tanti fattori che influenzano il sistema immunitario del tuo corpo e potrebbe essere necessario adeguarsi e sperimentare la dieta prescelta per trovare la soluzione giusta. Lavorare con un istruttore di salute può essere una misura preziosa per supportare questo processo di aggiustamento della dieta.

I nutrizionisti aiutano a capire cosa funziona, cosa non va bene e scelgono i prossimi passi. Alcune persone potrebbero scoprire che una nuova dieta aggrava determinate sensibilità alimentari o provoca riacutizzazioni impreviste o che altri fattori dello stile di vita peggiorano la condizione.

Qual è il legame tra dieta e malattie autoimmuni?

Le malattie autoimmuni quando il corpo attacca essenzialmente se stesso sono tra le dieci principali cause di morte nelle donne e negli anziani e ora colpiscono una persona su dieci in tutto il mondo. Questa tendenza non sembra rallentare. In effetti, la prevalenza di malattie autoimmuni come il diabete di tipo 1, la malattia infiammatoria intestinale e la sclerosi multipla (SM) sta aumentando a un ritmo allarmante.

Il trattamento convenzionale per le malattie autoimmuni di solito comporta steroidi e altri farmaci immunosoppressori. Questi farmaci non riparano l’autoimmunità sottostante e sono accompagnati da un lungo elenco di possibili effetti collaterali, tra cui:

  • acne
  • Aumento di peso
  • Sbalzi d’umore
  • osteoporosi

  • Debolezza muscolare
  • Un aumentato rischio di infezione
  • ipertensione
  • diabete

Come una dieta chetogenicarisolve la causa principale

Ippocrate disse: “Ogni malattia inizia nell’intestino” e nulla potrebbe essere più corretto quando si tratta di malattie autoimmuni.

Il tuo intestino è la tua prima linea di difesa per il sistema immunitario, la prima barriera che mantiene tutte le sostanze indesiderate fuori dalla tua circolazione interna.

La ricerca ha dimostrato che sia il microbioma intestinale sia l’integrità della mucosa intestinale svolgono un ruolo chiave nella diagnosi di una malattia autoimmune. Uno dei modi più efficaci per mantenerli in buone condizioni è una dieta che riduce l’infiammazione generale. Ed è qui che la dieta chetogenica può aiutare.
È anche noto che molti degli alimenti base di una dieta tradizionale ricca di carboidrati causano raffinati carboidrati, zuccheri e glutine che causano infiammazione dell’intestino.

La nutrizione può innescare l’autoimmunità?

Potresti aver sentito il termine “epigenetica”, che descrive la capacità dei tuoi geni di accendersi e spegnersi a seconda di fattori ambientali come il sonno, l’esercizio fisico e sì, l’alimentazione. Solo perché la tua famiglia ha un disturbo autoimmune non significa che devi essere colpito.

Ciò significa anche che la dieta, il livello di stress e lo stile di vita generale hanno un grande impatto sul fatto che una malattia autoimmune divampi o meno. In effetti, la ricerca suggerisce una componente epigenetica per la maggior parte delle malattie autoimmuni, tra cui la sclerosi multipla, il diabete di tipo 1, l’artrite reumatoide e il lupus.

Quindi, come puoi ottimizzare il tuo stile di vita per prevenire le malattie autoimmuni?

Morbo di Crohn Poiché il morbo di Crohn è il risultato di una grave infiammazione cronica nell’intestino, interventi dietetici come la dieta chetogenica possono ridurre l’infiammazione per aiutare a guarire il tessuto intestinale.

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, esiste un rapporto pubblicato che ha utilizzato con successo la dieta chetogenica per trattare i sintomi e normalizzare i sintomi nelle persone con grave malattia di Crohn.

Una dieta chetogenicasana elimina tutti gli alimenti che potrebbero attaccare l’intestino, tra cui zucchero, glutine e carboidrati raffinati, aumentando nel contempo i percorsi antinfiammatori nel corpo.

Sclerosi multipla- Circa 40 nuovi casi di sclerosi multipla (SM) vengono diagnosticati in Germania ogni settimana. Un recente studio ha scoperto che quasi 1 milione di persone vive con la SM negli Stati Uniti. Questo è più del doppio del numero riportato nel 1975. Nonostante il numero crescente, gli scienziati non sono sicuri di ciò che causa la sclerosi multipla e attualmente non esiste una cura per questa malattia invalidante. La SM danneggia i nervi che sono responsabili della comunicazione tra il cervello e il resto del corpo. Ciò porta a sintomi come affaticamento, dolore, mancanza di coordinazione, debolezza, perdita della vista e molto altro.

In che modo la dieta chetogenica può aiutare le persone che soffrono di SM?

Alcune ricerche recenti suggeriscono che la SM può influenzare la capacità del cervello di usare il glucosio come combustibile. Ciò significa che tutti i carboidrati che mangi non entrano nel cervello. E se non esiste una fonte di carburante alternativa, sorgono problemi. I chetoni potrebbero aiutare! È stato dimostrato che fornendo una fonte di carburante alternativa, la dieta chetogenicapuò essere in grado di alleviare l’aspetto neurodegenerativo della SM.
In particolare, la nutrizione chetogenica aiuta ad aumentare la produzione di energia a livello cellulare, il che influisce sulla salute mitocondriale. Le persone con SM possono avere una funzione mitocondriale compromessa. Pertanto, questo miglioramento della salute mitocondriale potrebbe essere un fattore essenziale nel trattamento dei sintomi e della progressione della SM.

Lupus A differenza della SM, che tende ad attaccare aree specifiche del corpo, il lupus è una malattia autoimmune che può attaccare qualsiasi parte del corpo.

Simile ad altre malattie autoimmuni, il lupus può causare infiammazione, gonfiore e danni agli organi e alle articolazioni. È stato riferito che 5 milioni di persone in tutto il mondo hanno il lupus e 16.000 nuovi casi di lupus vengono segnalati ogni anno.

Gli studi hanno dimostrato che il lupus può attivare un recettore specifico del sistema immunitario (inflammasome NLRP3). L’attivazione di NLRP3 segnala ad altre molecole infiammatorie nel corpo di attivarsi e fare ciò che fanno meglio, causando infiammazione. Se questa cascata persiste, l’infiammazione può diventare cronica e causare forti dolori.

Fortunatamente, con la chetosi, il tuo corpo può aiutare a interrompere questa cascata.

Funziona nel modo seguente:

  • Quando mangi una dieta chetogenica, il tuo corpo produce una grande quantità di chetone BHB (beta-idrossibutirrato).
  • BHB ha dimostrato di ridurre l’infiammazione inibendo, tra l’altro, l’inflammasoma NLRP3.
  • Ciò significa che se soffri di lupus e stai seguendo una dieta cheto, stai letteralmente inondando il tuo corpo con l’antidoto che provoca l’infiammazione.

Artrite reumatoide Circa 500.000 persone in Germania soffrono di AR (artrite reumatoide), che colpisce quasi il triplo delle donne rispetto agli uomini. Come altre malattie autoimmuni che colpiscono specifici tessuti (come la tiroidite di Hashimoto), la RA provoca l’attacco del sistema immunitario alle articolazioni.

Ciò porta all’infiammazione, che porta al gonfiore e, in definitiva, a un ispessimento della massa cartilaginea delle articolazioni. Possono persino verificarsi danni alla cartilagine e alle ossa. Se l’ossidazione nel tuo corpo non è bilanciata con antiossidanti come il glutatione, l’infiammazione può assumere il controllo. Una dieta autoimmune che controlla l’infiammazione e aumenta l’attività antiossidante è importante se si dispone di AR. Una dieta chetogenica che include glutatione e quindi aumenta l’attività antiossidante può portare a sollievo

psoriasi La psoriasi è una malattia autoimmune che colpisce la pelle. Per la maggior parte delle persone, provoca macchie rosse irregolari con squame bianche. È pruriginoso e doloroso. Mentre può interessare qualsiasi area, in genere si verifica su gomiti, ginocchia o cuoio capelluto.

Nessuno sa esattamente cosa causi la psoriasi, ma come tutte le malattie autoimmuni, il sistema immunitario e la genetica sembrano giocare un ruolo. Di norma, la psoriasi si manifesta tra i 15 e i 25 anni e colpisce ugualmente uomini e donne.

Sebbene nessuno studio si sia concentrato in particolare sulla nutrizione chetogenica e sulla psoriasi, ha molto in comune con gli altri disturbi autoimmuni discussi. Pertanto, il trattamento dell’infiammazione con una dieta autoimmune antinfiammatoria (come la dieta chetogenica) è un passo importante nel trattamento della psoriasi.

Se stai lottando con la psoriasi o qualsiasi altra malattia autoimmune, è utile ridurre l’infiammazione sistemica nel tuo corpo. Uno studio di caso si è concentrato in particolare sulla nutrizione chetogenica come strumento per la perdita di peso e il trattamento della psoriasi in una donna con psoriasi a placche da moderata a grave.

Questo caso di studio è promettente e si spera che promuoverà ulteriori ricerche per scoprire come la dieta chetogenica può aiutare chi soffre di questa dolorosa condizione della pelle.

Conclusione

La ricerca di sollievo con una dieta chetogenicaper l’autoimmunità sembra essere relativamente vera per la SM e promettente per il lupus, l’AR, il Crohn o la psoriasi.

Gli effetti antinfiammatori della dieta chetogenica potrebbero rafforzare il sistema immunitario e in alcuni casi agire direttamente contro le malattie autoimmuni. La salute dell’intestino è uno dei principali fattori associati a tutte le malattie autoimmuni. Dai un’occhiata anche al nostro articolo sulla salute dell’intestino.