Non devi allenarti duramente per perdere grasso corporeo. Tuttavia, l’esercizio migliorerà enormemente i risultati della tua perdita di peso durante la dieta chetogenica e il tuo aspetto. Non siamo progettati per stare fermi per lunghi periodi di tempo. La mancanza di esercizio aumenta il rischio di malattie. Solo 10 minuti di esercizio possono avere un effetto positivo.

Ma, come accennato, non è necessario esercitarsi per ottenere una perdita di peso di successo durante la dieta keto!

Cos’è la chetosi?

Quando non mangi quasi carboidrati, il corpo entra in uno stato naturale chiamato chetosi. La scomposizione dei grassi nel fegato crea chetoni, che servono come carburante per il cervello e il corpo.

I vantaggi

Perché il metabolismo tramite i chetoni è qualcosa per cui lottare e quali sono i vantaggi?

Quando si consuma un prodotto ad alto contenuto di carboidrati, il corpo produce sia insulina che glucosio. Il glucosio viene utilizzato principalmente per la produzione di energia e i grassi non necessari vengono poi immagazzinati.

Ma se riduci l’assunzione di carboidrati, il corpo entra in uno stato metabolico in cui i chetoni vengono bruciati. In questo modo, più grasso viene bruciato e meno viene immagazzinato.

Inoltre, la dieta chetogenica apporta altri benefici, come lucidità mentale, energia e livelli stabili di zucchero nel sangue e colesterolo. Viene utilizzato con successo in malattie come il diabete di tipo 2 e l’epilessia e può alleviare i sintomi dell’Alzheimer.

Perdere peso

Puoi sicuramente “perdere peso” con una dieta keto senza muoverti. Tuttavia, questo non è il modo migliore per perdere grasso corporeo. Se hai preso la decisione di perdere peso, con una dieta chetogenica o meno, e non stai facendo alcun esercizio, metà del peso che perdi potrebbe benissimo essere costituito da muscoli e acqua, al contrario dell’effettiva perdita di grasso.

Ci sono casi estremi in cui qualcuno è gravemente sovrappeso o obeso e combinare una dieta keto e l’esercizio fisico non è un’opzione praticabile. In questo caso, si raccomanda che la persona perda abbastanza peso (cosa che può essere fatta senza fare esercizio) per combinare in sicurezza la dieta chetogenica e fare esercizio in seguito.

Le persone estremamente pesanti possono generalmente cavarsela senza esercitare e senza sacrificare troppa massa muscolare. Con livelli di grasso corporeo più elevati, il rischio di perdita muscolare è ridotto, ma non completamente eliminato. D’altra parte, più si è magri, maggiore è il rischio di perdita muscolare quando si perde peso.

Ci sono molte persone nello spazio della dieta cheto con incredibili cambiamenti di peso che non hanno aggiunto alcun esercizio per cominciare. Tuttavia, si può vedere che molti, se non tutti, iniziano ad allenarsi ad un certo punto!

Perdita di peso contro perdita di grasso Fat

La perdita di peso e la perdita di grasso sono spesso usate in modo intercambiabile, anche se non sono la stessa cosa. Che ne siano consapevoli o meno, la perdita di grasso è ciò che la maggior parte delle persone a dieta vuole ottenere.

Esempio: la perdita di peso è facile. Non bere acqua per un po’ e perderai qualche chilo. Tuttavia, se inizi a bere di nuovo acqua, il peso tornerà rapidamente. Ovviamente, questa non è una perdita di peso “reale”.

Esercizio di dieta a rapporto

Si dice generalmente che quando si tratta di perdere peso, è il 75% di dieta e il 25% di esercizio fisico.

È qui che entra in gioco questo studio! “Chetosi dietetica indotta e controllata come regolatore dell’obesità e delle patologie metaboliche” – pubblicato sulla rivista “Diabetes & Metabolic Syndrome: Clinical Research & Reviews”. I risultati sono affascinanti.

Il team di ricerca, guidato da Madeline Gibas, un assistente professore alla Bethel University che si è concentrato sulla bioenergetica umana e sulle scienze della salute applicate, ha approfittato delle conoscenze avanzate sulle restrizioni dei carboidrati e voleva sapere se una dieta chetogenica senza esercizio sarebbe stata più vantaggiosa per i diabetici , che la dieta occidentale standard con l’esercitazione.

Sono stati formati tre gruppi di donne e uomini di età compresa tra 18 e 65 anni. Tutti loro erano stati precedentemente diagnosticati con sindrome metabolica, prediabete o diabete di tipo 2. Il loro indice di massa corporea (BMI) era maggiore o uguale a 25 (o circonferenza della vita superiore a 94 cm negli uomini e 80 cm nelle donne) e la percentuale di grasso corporeo superiore al 30 percento.

I partecipanti sono stati divisi casualmente in tre gruppi nell’ordine in cui si sono iscritti allo studio.

  • Per dieci settimane, il primo gruppo ha mangiato meno di 30 grammi di carboidrati al giorno e non si è mosso.
  • Il secondo gruppo ha seguito una dieta normale e non si è nemmeno esercitato.
  • Il terzo gruppo ha seguito una dieta normale ma si è esercitato da tre a cinque giorni alla settimana / 30 minuti per allenamento.

Gibas si è concentrato su cinque biomarcatori della sindrome metabolica tra cui “Trigliceridi elevati con accumulo eccessivo di grasso muscolare (IMTG), l’attività aerobica massima di capacità ridotta (VO2), diminuzione del tasso metabolico (RMR) e aumento dell’indice di massa corporea (KMI) insieme all’aumento dell’emoglobina”. . “

Dopo dieci settimane i dati erano chiari:

I risultati hanno mostrato che mentre l’esercizio si è dimostrato benefico, a differenza di una dieta chetogenica sostenuta, lo squilibrio metabolico associato alla sindrome metabolica non può essere modificato in modo significativo nel corso dello studio di dieci settimane.

Dopo aver seguito una dieta chetogenica, anche senza esercizio, i risultati sono risultati essere statisticamente significante per peso, percentuale di grasso corporeo, KMI e chetoni. Alcuni dei risultati sono stati drammatici:

Il tasso metabolico a riposo nel gruppo chetogenico ha comportato un cambiamento significativo di intensità, più di dieci volte quello degli altri due gruppi.

L’eccessivo consumo di carboidrati e zuccheri nella dieta occidentale ha prodotto una miriade di malattie mentali che possono essere facilmente prevenute se si riduce la dipendenza da determinati alimenti.

Quindi resta il lavoro di ricercatori come quello di Gibas presentare tali dati. Nel suo studio, fa riferimento agli studi di 26 medici e dottorandi del 2015.

Conclusione

La perdita di peso può essere ottenuta senza fare esercizio durante la dieta chetogenica, soprattutto se la percentuale di grasso corporeo è elevata. A parte questo, va sottolineato qui che l’attività fisica dovrebbe far parte della nostra vita quotidiana, indipendentemente dalla dieta che seguiamo. La perdita di peso con la dieta chetogenica può essere aumentata in modo esponenziale se si segue un programma di fitness.

Ogni persona dovrebbe esercitare almeno 10 minuti al giorno. Per entrare in chetosi più velocemente, le passeggiate di 2-3 ore, ad esempio, sono estremamente utili!