Il latte è ammesso con la dieta cheto? Che dire dei latticini sulla dieta cheto? Cosa dovresti evitare?

In questo articolo, scopri di più sui nutrienti e sui carboidrati nel latte, i migliori latticini cheto-compatibili con pochi carboidrati e come la dieta chetogenicapuò aiutare con l’intolleranza al lattosio.

È molto probabile che tu sia cresciuto con il latte e spesso abbia bevuto latte da bambino. In effetti, la maggior parte dei mammiferi neonati dipende dal latte materno e dai nutrienti sufficienti per sopravvivere.

Mentre i mammiferi sono sempre stati biologicamente in grado di produrre latte, l’addomesticamento di alcuni animali non è iniziato fino al 10.000 a.C., il che ha portato ad un aumento del consumo di latte.

Ma possiamo bere latte con una dieta cheto?

Il latte di mucca classico purtroppo non è adatto ai keto. Tuttavia, una buona notizia per gli amanti del formaggio: tu può mangiare latticini con una dieta chetogenica.

Non solo è uno spuntino delizioso, il formaggio può anche essere la fonte extra di grasso di cui hai bisogno per raggiungere le tue macronutrienti quotidiane. Innanzitutto, alcune parole di cautela quando si tratta di prodotti lattiero-caseari in una dieta chetogenica.

In questo articolo discuteremo di tutto ciò che devi sapere su prodotti lattiero-caseari e chetosi, comprese le migliori opzioni a basso contenuto di carboidrati per i prodotti lattiero-caseari che puoi mangiare e che dovresti evitare.

Che cosa è esattamente il latte?

La più antica testimonianza di vacche da latte domestiche proviene dal Turkestan (8.000 anni a.C.) e dalla Grecia (6 500 anni a.C.).

Nell’antico Egitto, il latte era destinato solo alle persone più abbienti. Le mucche e le pecore erano sacre e la loro produzione di latte li rendeva preziosi beni.

I primi test di pastorizzazione furono eseguiti nel 1862 da Louis Pasteur, un microbiologo, che sviluppò una procedura per garantire la sicurezza del latte e rese possibile la distribuzione e la conservazione del latte dopo che aveva lasciato l’azienda.

Questo liquido bianco dalla mammella di una mucca è incredibilmente versatile ed è stato per anni uno degli alimenti più elaborati e ricercati.

Per soddisfare questa elevata domanda globale, è abbastanza comune trovare antibiotici e ormoni in alcuni tipi di latte, che vengono utilizzati per scongiurare le malattie e aumentare la produzione di latte.

È quindi importante scegliere attentamente il latte e i prodotti lattiero-caseari per garantire la migliore qualità.

Le mucche da latte allevate ad erba sono le mucche da cui dovresti ottenere il tuo latte. Queste mucche sono alimentate solo con mangime naturale e sono mantenute in un ambiente piacevole e appropriato.

Il latte è il sostanza fondamentale di tutti i prodotti lattiero-caseari, dal burro al formaggio, dalla panna montata al latticello.

Il latte è composto per l’87% da acqua e per il 13% da componenti solidi, comprese proteine ​​come caesin, minerali come fosforo e calcio, nonché grassi e vitamine come B2 e B12. Il latte fornisce alcuni nutrienti importanti.

Però, il latte contiene naturalmente zucchero-lattosio. Il lattosio è costituito da glucosio e galattosio. La lattasi è un enzima nei nostri corpi che scompone il lattosio nei suoi singoli componenti. Il glucosio viene ottenuto e rilasciato nel flusso sanguigno. Il galattosio viene semplicemente convertito in glucosio e quindi utilizzato allo stesso modo.

Quanti carboidrati ha il latte?

Esistono diversi tipi di latte, latte intero, latticello, latte scremato e diverse quantità di latte magro.

I diversi tipi di latte variano nel contenuto di grassi con una leggera variazione di carboidrati e proteine.

Se il grasso nel latte viene ridotto, i carboidrati nel latte aumentano.

Meno grassi = più carboidrati

Il latte di mucca classico è generalmente considerato inadatto per la dieta cheto. Alcuni follower a basso contenuto di carboidrati lo consumano ancora, ma non dovresti davvero se il tuo obiettivo è entrare nella chetosi.

Contenuto di carboidrati per 240 ml di latte (di vacca) (un bicchiere):

  • 3,5% di latte intero = 12 g di carboidrati, 8 g di grassi, 8 g di proteine
  • 1,5% di latte = 13 g di carboidrati, 2,5 g di grassi, 8 g di proteine
  • Latte scremato = 13 g di carboidrati, 0 g di grassi, 8 g di proteine

Come puoi vedere, i carboidrati nel latte sono troppo alti per la dieta cheto. Pertanto, si raccomanda non bere latte con la dieta chetogenica, perché altrimenti supererai molto rapidamente il limite giornaliero di carboidrati di 25-50 g di carboidrati e prevenendo così la chetosi.

Tuttavia, ci sono diversi tipi di sostituti del latte là fuori che discuteremo in questo post.

Effetti del latte

La lattasi è un enzima lento. La conversione del galattosio in glucosio rallenta la completa scomposizione del lattosio, il che significa che impiega più tempo ad entrare completamente nel flusso sanguigno. Per questo motivo, il livello di zucchero nel sangue aumenta leggermente più lentamente rispetto al normale zucchero da tavola. Tuttavia, è possibile evitare aumenti dei livelli di zucchero nel sangue e insulina, semplicemente evitando il latte.

Inoltre, alcune persone non producono lattasi o non ne hanno abbastanza, il che significa che non possono davvero scomporre e usare correttamente il lattosio. Questo è ciò che causa problemi digestivi. Anche se non sei intollerante al lattosio, un consumo eccessivo di latticini può causare disagio.

Alleviare i sintomi dell’intolleranza al lattosio

Il lattosio è uno zucchero presente nel latte.

È anche uno degli ingredienti che è difficile da digerire nei prodotti lattiero-caseari, che è ciò che porta all’intolleranza al lattosio in alcune persone.

I sintomi includono flatulenza, crampi addominali, diarrea e nausea.

Se hai spesso manifestato questi sintomi durante il consumo di latticini, ci sono alcune strategie che puoi provare.

1. Attenersi ai prodotti lattiero-caseari duri e di lunga durata. Questi prodotti hanno un contenuto di lattosio molto più basso e dovrebbero essere facili sul tratto digestivo.
2. Usa il burro chiarificato. Il ghi è un’alternativa ideale per coloro che sono sensibili ai latticini perché i solidi del latte sono stati rimossi. Sostituisci il burro con il burro chiarificato in tutti i tuoi pasti.

Prova questi primi due suggerimenti prima di passare alle due opzioni successive.

3. Assicurati di non avere a che fare con la sensibilità alla caseina. Il lattosio ha la peggiore reputazione, ma la caseina potrebbe anche essere una causa di mal di stomaco. Quindi, se si esclude solo il lattosio, continuerai a provare gli stessi spiacevoli sintomi della sensibilità alla caseina.

Ecco come si può distinguere l’intolleranza al lattosio e la sensibilità alla caseina:

Provi gli stessi disturbi gastrointestinali con la caseina e con il lattosio, ma puoi anche soffrire di una reazione allergica quando si tratta di intolleranza alla caseina.

Orticaria, prurito, respiro sibilante, anafilassi e rossore al viso, che non dovrebbero essere presi alla leggera, sono indicatori dell’intolleranza alla caseina.

Se sospetti un’allergia o un’intolleranza alla caseina, è meglio farlo controllare prima di provare uno qualsiasi dei prodotti caseari cheto in questo articolo.

Alla fine potresti scoprire che l’opzione migliore è questa:

4. Nessun prodotto lattiero-caseario. Non hai bisogno di prodotti lattiero-caseari per una dieta chetogenica per funzionare. E se è qualcosa che non ti fa bene, potrebbe essere il momento di rimuoverlo dalla tua vita.

Per le persone di questa categoria, le alternative al cocco o alla noce possono essere una soluzione utile.

Di seguito sono elencate alcune alternative al latte, che vanno bene finché scegli le versioni non zuccherate!

In che modo la dieta chetogenicaallevia i sintomi dell’intolleranza al lattosio?

Spesso il problema sono in realtà i carboidrati, non il latte.

Una volta che hai eliminato e ridotto drasticamente la maggior parte dei carboidrati nella tua dieta, non sarai influenzato dalla piccola quantità di lattosio che mangi nel formaggio o nella panna montata.

Un altro suggerimento utile è quello di attaccare con formaggio ad alto contenuto di grassi, poiché contiene naturalmente meno lattosio.

Buone alternative al latte

Ci sono alcuni sostituti del latte adatti alla dieta cheto:

  • Latte di mandorla
  • Latte di soia
  • Latte di cocco

Il latte di mandorle, con il suo sapore leggermente nocciolato, è ottimo per contenuto di carboidrati eccezionalmente basso. Ha meno di 1 g di zucchero e circa 3 g di grassi per 100 ml, questa è la migliore alternativa al latte di mucca tradizionale. Anche i nutrienti presenti nel latte di mandorle sono interessanti. Alcuni inclusi sono ferro e vitamina E. Il latte di mandorle è spesso arricchito con calcio.

Il latte di soia ha un contenuto di carboidrati simile rispetto al latte di mandorle, ma ha un contenuto di grassi inferiore con 2 g di grassi per 100 ml di latte di soia.

Tuttavia, il contenuto proteico del latte di soia è circa 3,3 g / 100 ml in più rispetto al latte di mandorle.

Il latte di cocco è un’altra bella alternativa al latte di mucca. È caratterizzato da un contenuto di grassi molto elevato, un enorme 21 g per 100 ml. Ciò rende il latte di cocco un’ottima fonte di energia. Gli acidi grassi presenti nel latte di cocco sono trigliceridi a catena media, che hanno dimostrato di essere buoni per l’energia a rapida disponibilità. Tuttavia, dovresti prestare attenzione ai carboidrati. In media, il latte di cocco contiene 6 g di carboidrati per 100 ml, di cui 3 g di zucchero. Inoltre, tieni presente che a causa del contenuto di grassi molto più elevato, il latte di cocco contiene molte più calorie rispetto al latte di mandorle o di soia.

Inoltre, dovresti essere sicuro di acquistare la versione non zuccherata del sostituto del latte.


Alternative al latte cattivo

Esistono altre alternative al latte, tuttavia potrebbero non essere necessariamente le migliori per la dieta cheto. Alcuni di questi sono:

  • Latte d’avena
  • Latte di riso
  • Latte lupino
  • Latte senza lattosio

Il latte d’avena, il latte di riso e il latte di lupino contengono in media più di 6 g di carboidrati per 100 ml. Loro sono più ricco di carboidrati del latte di mucca convenzionale! Pertanto, non sono una buona alternativa.

Anche il latte senza lattosio non è un’opzione migliore, perché anche se è privo di lattosio, contiene ancora lo zucchero di prima che fosse fatto senza lattosio. La differenza è che il lattosio è già stato scomposto usando la lattasi. Ricorda, i problemi digestivi legati al latte sono correlati a coloro che non producono lattasi o non ne hanno abbastanza per decomporre correttamente il lattosio. Quindi, il latte senza lattace è in realtà solo latte in cui la lattosio è già scomposta per il ricevente – il loro corpo non deve farlo ora. Anche dopo questa elaborazione, i singoli componenti, glucosio e galattosio, sono ancora presenti. Questo accorcia il processo digestivo e lo zucchero entra nel sangue anche più velocemente rispetto al latte non trattato.

Come accennato, i prodotti lattiero-caseari sono adatti per la dieta cheto.

Innanzitutto, è importante capire che non tutti i prodotti lattiero-caseari sono uguali.

  1. Alcuni prodotti lattiero-caseari sono ricchi di carboidrati, mentre altri contengono un’ottima combinazione di carboidrati e proteine ​​e grassi di cui hai bisogno per rimanere in chetosi.
  2. Se i tuoi prodotti lattiero-caseari scelti contengono troppi carboidrati netti, sarà più difficile per te raggiungere i tuoi obiettivi macronutrienti giornalieri per rimanere sotto i 20-30 g di carboidrati netti.
  3. Il consumo di prodotti lattiero-caseari può anche essere difficile da digerire per alcune persone. Potrebbero verificarsi effetti collaterali indesiderati e problemi di salute come mal di stomaco, gonfiore, problemi del seno, acne e dolori articolari se il corpo non riesce a digerirli correttamente.
  4. Se consumi latte pastorizzato anziché latte crudo, non otterrai tutti i batteri buoni che possono aiutarti a digerire i prodotti lattiero-caseari più facilmente.

Anche se alcuni prodotti lattiero-caseari sono favorevoli al keto, se noti uno di questi sintomi, i prodotti lattiero-caseari potrebbero non essere adatti a te.

Un altro motivo per essere cauti nei confronti dei prodotti lattiero-caseari è il semplice fatto che gli alimenti altamente trasformati possono rapidamente farti mangiare troppo.

Mentre i prodotti lattiero-caseari possono essere utili in piccole quantità, c’è ancora il rischio di rovinare i tuoi obiettivi calorici e macro in un solo piccolo pasto.

Per mantenere il consumo complessivo di latte entro i limiti della dieta cheto, dovremmo prima seguire alcune regole di base …

  • Per ottenere il massimo beneficio dai prodotti lattiero-caseari in una dieta chetogenica, dovresti optare per qualità organica (perché questo è importante, ne parleremo più avanti), varietà naturali e ad alto contenuto di grassi invece di aromi a basso contenuto di grassi o artificiali.
  • Come vedrai nella sezione successiva, l’1% e il 2% di prodotti lattiero-caseari grassi sono effettivamente pieni di carboidrati. Quando il grasso viene rimosso e lo zucchero viene aggiunto, rimangono due cose che sicuramente non si desidera in una dieta cheto.
  • Solo perché hai il via libera per alcuni prodotti lattiero-caseari a Keto non significa che dovresti mangiare sempre prodotti lattiero-caseari qui. Una dieta chetogenica enfatizza cibi integrali e cibi naturali. I prodotti lattiero-caseari sono alimenti trasformati e dovresti gustarli solo in piccole quantità.
  • Ricorda: mentre i latticini sono ricchi di proteine ​​e grassi, sono anche molto ricchi di calorie. Una singola porzione di formaggio può essere in media di circa 100 calorie.
  • Preparati al potenziamento delle proteine ​​extra.
  • Se combini prodotti lattiero-caseari con un’altra fonte ad alto contenuto proteico, potresti non rischiare di superare le tue macro se non stai attento.

I 7 migliori prodotti caseari Keto

1. Burro

Il burro biologico di mucche al pascolo è uno dei migliori alimenti nella categoria dei prodotti lattiero-caseari. Il burro è un’ottima fonte di grassi sani con circa 12 g di grassi e 0 g di carboidrati in un solo cucchiaio.

Se la perdita di peso è il tuo obiettivo, l’unica ragione per limitare il consumo di burro è a causa delle calorie. Un cucchiaio di burro contiene circa 100 calorie.

La prossima opzione sulla nostra lista fa un passo avanti …

2. Ghee

Il burro chiarificato è burro chiarificato. Ciò significa che il burro è stato bollito più a lungo per rimuovere l’acqua e i solidi del latte. La miscela rimanente è puro grasso di burro ed è ideale per una dieta chetogenica.

Ha 2 g di grassi in più rispetto al burro e solo altre 25 calorie (e 0 g di carboidrati) per cucchiaio.

A differenza del burro, anche il burro chiarificato è facile da preparare. Basta acquistare un burro di alta qualità a base di latte di pascolo e scioglierlo lentamente in una pentola.

Il ghi presenta un ulteriore vantaggio rispetto al burro: il 25% in più di trigliceridi a catena corta e media (MCT). In confronto, il burro ha solo il 12-15%.

Questi tipi di grassi sono facilmente digeribili e disponibili più velocemente come fonte di energia nel tuo corpo, il che significa che puoi entrare più rapidamente nella chetosi con trigliceridi a catena media o olio MCT.

3. Panna montata, 30% di grassi

Se hai fatto il passaggio da lattine zuccherate a caffè cheto (o stai per farlo), probabilmente stai riscontrando alcuni problemi o sintomi di astinenza dallo zucchero.

Un modo per preparare un latte cheto-sicuro e senza zucchero è usare la panna montata nel caffè.

Basta montare un po ‘di panna montata fino a renderla rigida (puoi anche aggiungere un po’ di estratto di vaniglia e dolcificante senza carboidrati), quindi aggiungere un cucchiaio al tuo caffè e bere il tuo cheto latte fatto in casa.

La panna montata può anche essere utilizzata nelle ricette piccanti, come una casseruola per la colazione con pancetta, uova e formaggio, o nelle ricette per il dessert keto per aggiungere un ulteriore strato.

I prossimi prodotti caseari hanno anche la stessa qualità cremosa …

4. Yogurt fermentato, yogurt greco e kefir

Se pensi alla fermentazione, probabilmente associ questo processo a molto zucchero. Dopotutto, lo zucchero è ciò che nutre i batteri o il lievito.

E poiché lo zucchero non è adatto ai keto, potresti pensare che i cibi fermentati siano tabù. Questo è solo parzialmente vero.

Lo yogurt e altri prodotti a base di latte acido si basano sulla fermentazione dell’acido lattico. Quando il cibo viene fermentato, i microrganismi di batteri o lieviti si nutrono di carboidrati zuccherati.

Questo aiuta ad eliminare i batteri cattivi lasciando intatti quelli buoni (benefici probiotici).

Quindi, mentre una grande quantità di zucchero può essere utilizzata per produrre un alimento fermentato, la maggior parte è già stata consumata dai batteri.

In alcuni casi, come un kombucha non aromatico, rimangono meno di 3 g di carboidrati e 1 g di zucchero per porzione, rendendolo un’opzione ideale per una dieta chetogenica.

Tuttavia, questo ha un avvertimento importante.

Bisogna fare attenzione con la maggior parte degli yogurt e delle bevande fermentate come il kombucha e il kefir. Molte varietà sul mercato sono arricchite con inutili zuccheri aggiunti, rendendo più difficile trovare una buona opzione chetogenica. Devi sempre prestare attenzione all’elenco degli ingredienti e controllare il contenuto di carboidrati e zuccheri nelle informazioni nutrizionali.

Presta attenzione allo yogurt intero naturale e al kefir (senza pezzi di frutta!).

Ogni volta che si tratta di un prodotto “a basso contenuto di grassi” in cui viene rimosso il grasso, come varietà dell’1% o 2%, si può scommettere che lo zucchero aggiunto prenderà il suo posto.

E lo stesso vale per lo yogurt greco naturale e grasso. Ci sono buoni yogurt greci che non hanno troppo zucchero per porzione e contengono 18 g di proteine ​​e 10 g di grassi. Questa può essere una vera sfida se il tuo negozio di alimentari ha una selezione molto limitata, ma la nostra prossima opzione di latte adatto al cheto è abbastanza comune …

5. Panna acida

La panna acida ha un sapore simile allo yogurt greco, ma la panna acida grassa non ha quasi carboidrati, quindi in realtà è un’opzione molto migliore.

La panna acida viene prodotta fermentando la crema normale con alcuni tipi di batteri lattici.

Probabilmente non vorrai mangiare una ciotola di lamponi, noci e panna acida per colazione, ma un po ‘di panna acida fornisce una consistenza cremosa che è perfetta per salse, salse addensanti e come ingrediente privo di carboidrati per le zuppe, ad esempio.

Le nostre ultime due opzioni di latte sono probabilmente ciò che stavate aspettando …

Gli amanti del formaggio sono contenti: ci sono molti formaggi cheto-friendly con un basso contenuto di carboidrati tra cui scegliere.

6. Formaggio a pasta dura

Mentre alcuni formaggi sono tabù, la maggior parte ha pochissimi carboidrati e fornisce grassi sani.

Un consiglio per scegliere il formaggio giusto è cercare opzioni più lunghe (ad esempio formaggio blu, gouda o parmigiano) poiché il loro contenuto di carboidrati è inferiore.

Questo ulteriore vantaggio è dovuto allo stesso processo di consumo di batteri che si verifica nello yogurt fermentato e in altri alimenti.

Molti formaggi a pasta dura o stagionati, come il formaggio svizzero, il cheddar e il provolone, sono anche tra i formaggi cheto-amichevoli con un basso contenuto di carboidrati.

Ci sono anche alcuni formaggi a pasta molle che puoi preparare come spuntino o aggiungere alle tue ricette …

7. Formaggio a pasta molle

Mozzarella, Brie, Münster e Monterey Jack sono tutti formaggi perfetti, che contengono pochissimi carboidrati e aggiungono varietà alla tua dieta chetogenica.

Crema di formaggio, ricotta, mascarpone e crème fraiche sono altre buone opzioni che puoi mangiare così come sono o aggiungere ai tuoi piatti per un gusto più cremoso e ricco.

Vuoi saperne di più sui dettagli?

Ecco le informazioni nutrizionali per una porzione di 30 g (di solito 1 fetta o stick) di alcuni formaggi:

Questi sette prodotti lattiero-caseari ti aiuteranno a rimanere in chetosi in modo intelligente.

Ma sapere quali prodotti lattiero-caseari evitare ti aiuteranno quando inizi una dieta chetogenica.

I 3 prodotti lattiero-caseari peggiori

1. Latte

Come accennato in precedenza, basso contenuto di grassi, ridotto contenuto di grassi, 1,5% e 2% di latte sono solo nomi intelligenti per il fatto che il grasso è stato rimosso dal latte e sono stati aggiunti zuccheri e carboidrati aggiuntivi per migliorare il gusto.

Quindi, che dire del latte intero, di capra o di latte crudo non trattato con una dieta cheto?

Nel caso del latte di capra, ottieni solo 8,7 g di proteine ​​per 10,9 g di carboidrati (ahi!) E 168 calorie in un bicchiere da 230 ml.

Mentre il latte vaccino non trattato ha batteri benefici, fornisce anche un orgoglioso 9.6 g di carboidrati, oltre a 6.6 g di proteine ​​e 134 calorie per 200 ml.

Per quanto riguarda il latte intero, un bicchiere fornisce 12,8 g di carboidrati, 7,9 g di proteine ​​e 146 calorie.

La maggior parte dei tipi di latte è costituita principalmente da acqua e zucchero (oltre ad alcuni altri nutrienti), quindi il latte non è raccomandato per il cheto, poiché contiene troppi carboidrati e bevendo latte gli obiettivi macro giornalieri possono essere rapidamente superati.

Si consiglia di attenersi alle opzioni di formaggio a basso contenuto di carboidrati che forniscono le stesse o migliori quantità di proteine.

Quindi, prova a rimuovere il latte dalla tua dieta se vuoi entrare rapidamente nella chetosi e la tua dieta chetogenica dovrebbe avere successo.

Sebbene non sia necessario rimuovere completamente il prossimo prodotto lattiero-caseario dalla tua dieta, dovresti comunque fare molta attenzione a non consumare questo cibo troppo spesso …

2. Crema e metà e metà

La crema al caffè o metà e metà è un prodotto a base di latte che viene utilizzato principalmente per sbiancare il caffè o il tè.

Questo prodotto a base di latte, bollito in laboratorio, è composto da metà latte e metà panna. Le diverse fasi si ottengono mescolando il latte scremato e la quantità appropriata di crema dolce. È pastorizzato (trattato ad altissima temperatura) per avere una durata di conservazione più lunga.

Quello che ottieni davvero è una miscela di zucchero con una riduzione del grasso, due cose che non vuoi in una dieta chetogenica.

A seconda della marca, questo prodotto può aggiungere fino a 2 grammi di carboidrati extra per cucchiaino ai tuoi macronutrienti!

Invece di usare la crema al caffè o una mezza e mezza miscela di latte e panna, scegli la panna montata ricca di grassi per le tue ricette di caffè o cheto per mantenere bassi i carboidrati netti.

Lo stesso consiglio vale per il prossimo prodotto lattiero-caseario …

3. Latte condensato / evaporato

Sebbene la maggior parte delle persone non beva latte condensato ogni giorno, il latte condensato non deve essere aggiunto alle ricette se si desidera rimanere in chetosi.

Il latte condensato condensato o evaporato viene prodotto dal latte riducendo il contenuto di acqua facendolo bollire per un lungo periodo di tempo.

Il processo di produzione originale prevede aggiungendo fino al 45% di zucchero dopo l’effettivo processo di condensazione, con conseguente latte condensato zuccherato molto viscoso.

Queste versioni super dense e compresse dello sciroppo di latte non sono altro che acqua di zucchero.

Se una ricetta richiede uno di questi tipi di latte o latte condensato, assicurarsi di ometterlo.

Sostituisci questo latte malsano con un latte di cocco non zuccherato con la stessa consistenza densa (grazie a grassi sani) senza lo zucchero extra.

Goditi i latticini durante una dieta chetogenica(ma con moderazione). Il latte non è l’opzione migliore per la dieta cheto.

Finché ti piacciono i prodotti lattiero-caseari con moderazione, scegli le giuste fonti, monitora il tuo apporto di carboidrati e includi la quantità extra nei tuoi obiettivi macro e calorici giornalieri, puoi goderti i latticini in una dieta cheto.

Prova ad acquistare varietà biologiche e naturali. I prodotti lattiero-caseari convenzionali sono carichi di ormoni, batteri e antibiotici dannosi che mettono a dura prova il tuo sistema.

E se i latticini non fanno per te o se sei intollerante al lattosio, puoi anche optare per alternative non casearie. I latticini biologici sono un’ottima fonte di acidi grassi anti-infiammatori omega-3 e CLA o acido linoleico coniugato, un acido grasso omega-6 che può aiutare a favorire la perdita di peso e aumentare la forza muscolare.

Segui queste semplici linee guida e non dovrai mai preoccuparti che la tua ossessione per il latte rovini di nuovo la tua esperienza di cheto.